Referente per la tutela dei minori

 

REFERENTE, don Salvatore Purcaro

Via Quattromani, 80031, Brusciano (NA)



 

 

 

Indicazioni per la costituzione dei Servizi Regionali/Interdiocesani

per la Tutela dei Minori (SRTM/SITM)

e per la nomina dei Referenti Diocesani per la Tutela dei Minori

 

Premessa

I Servizi Regionali per la Tutela dei Minori (=SRTM)/Servizi Interdiocesani per la Tutela dei Minori (=SITM) sono a supporto dei Vescovi e dei Superiori maggiori nell’esercizio del loro ministero per quanto attiene alla tutela dei minori e degli adulti vulnerabili. Sono chiamati non a sostituire gli Ordinari nelle loro responsabilità, ma a supportarli attraverso competenze e professionalità educative, mediche, psicologiche, canonistiche, giuridiche, pastorali e di comunicazione. In sinergia con il Servizio Nazionale (SNTM), tali Servizi hanno l’obiettivo di contribuire a diffondere una cultura della prevenzione, fornire strumenti di informazione, formazione e protocolli procedurali. All’occorrenza i Servizi potranno anche rivelarsi utili per la gestione delle segnalazioni. Di non meno rilievo è il fatto che, accanto a un livello nazionale e a un livello interdiocesano, ci sia sempre un referente diocesano. L’efficacia degli strumenti si misura sulla loro capacità di essere presenti sul territorio in modo puntuale e competente, in sintonia d’azione e d’intenti con gli organismi interdiocesani e nazionali affinché possa realizzarsi una feconda e vicendevole interazione.

 

Il Servizio Regionale/Interdiocesano per la Tutela dei Minori

 

Costituzione e composizione

In ogni regione ecclesiastica sia costituito il Servizio Regionale per la Tutela dei Minori, ovvero, se ritenuto opportuno, più Servizi Interdiocesani per la Tutela dei Minori.

I Servizi Regionale e Interdiocesano sono composti dai referenti diocesani per la tutela dei minori, da operatori pastorali e da esperti nel campo della protezione dei minori e degli adulti vulnerabili.

Il SRTM/SITM fa riferimento al Vescovo che la Conferenza Episcopale Regionale ha scelto quale referente per la tutela dei minori. Allo stesso Vescovo compete promuovere la costituzione del SRTM/SITM, oltre che la formazione e l’aggiornamento dei membri. La Conferenza Episcopale Regionale nomina il coordinatore del Servizio; a loro volta, i Vescovi che costituiscono il Servizio Interdiocesano ne nominano il coordinatore. Alle stesse autorità compete approvare i regolamenti dei Servizi, secondo le indicazioni del Servizio Nazionale.

 

Compiti

Compete al SRTM/SITM, in sintonia con il SNTM e secondo le indicazioni dei Vescovi:

  1. monitorare e documentare le iniziative di prevenzione e formazione, nonché le modalità di attuazione a livello locale delle Linee guida nazionali;
  2. accompagnare le singole diocesi, comunità religiose, associazioni o altre realtà ecclesiali nella stesura di protocolli e indicazioni di buone prassi per la tutela dei minori;
  3. stimolare, promuovere e coordinare l’informazione e la formazione degli operatori pastorali sulle tematiche della tutela dei minori e della prevenzione degli abusi;
  4. se richiesto dal Vescovo diocesano o dal Superiore Maggiore competente, accogliere e trattare secondo i protocolli stabiliti dal SNTM le segnalazioni di abusi sessuali in ambito ecclesiale.

 

Referente Diocesano per la Tutela dei Minori

 

Nomina

In ogni diocesi il Vescovo nomini un Referente Diocesano per la Tutela Minori, esperto in questo campo e di provata disponibilità al servizio ecclesiale. Egli potrà essere aiutato da una equipe di esperti, laici o chierici, approvati dal Vescovo.

 

Compiti

Compete al Referente:

  1. collaborare strettamente con il Vescovo diocesano nell’adempimento delle sue responsabilità pastorali in materia di tutela dei minori e degli adulti vulnerabili;
  2. far da riferimento locale al SRTM/SITM, del quale è membro di diritto;
  3. proporre iniziative per sensibilizzare il clero, gli organismi di partecipazione e gli uffici pastorali diocesani sotto il profilo della tutela dei minori e per formare gli operatori pastorali;
  4. assistere e consigliare il Vescovo collaborando, se richiesto, nell’ascolto e nell’accompagnamento delle vittime e nella gestione delle segnalazioni di abusi.



In questa sezione



Eventi
Anniversario di ordinazione sacerdotale
Eventi

Anniversario di ordinazione sacerdotale

Di don Francesco D'Ascoli


Eventi

Essere Chiesa per annunciare il Vangelo in un tempo di rinascita

Il vescovo incontra le parrocchie e le altre realtà ecclesiali del VII Decanato


Eventi

Essere Chiesa per annunciare il Vangelo in un tempo di rinascita

Il vescovo incontra le parrocchie e le altre realtà ecclesiali del VI Decanato


Anniversario di ordinazione sacerdotale

Anniversario di ordinazione sacerdotale

Di don Reinaldo Arino Plata, don Giuseppe Autorino, don Davide D'Avino, don Francesco Feola, don Justine Innaci Muthu


Eventi

Essere Chiesa per annunciare il Vangelo in un tempo di rinascita

Il vescovo incontra le parrocchie e le altre realtà ecclesiali del VIII Decanato


Anniversario di ordinazione sacerdotale

Anniversario di ordinazione sacerdotale

Di don Guido Decorato e don Angelo Masullo


Eventi

Essere Chiesa per annunciare il Vangelo in un tempo di rinascita

Chiusura del convegno diocesano


Anniversario di ordinazione sacerdotale

Anniversario di ordinazione sacerdotale

Di don Domenico De Risi e don Antonio Federico


Anniversario di ordinazione sacerdotale

Anniversario di ordinazione sacerdotale

Di don Antonio Guarino


Anniversario di ordinazione sacerdotale
Eventi

Anniversario di ordinazione sacerdotale

Di don Domenico Panico


Anniversario di ordinazione sacerdotale
Eventi

Anniversario di ordinazione sacerdotale

Di don John Sarath Kumar Kommu


Anniversario di ordinazione sacerdotale
Eventi

Anniversario di ordinazione sacerdotale

Di don Umberto Sorrentino


Quinto anniversario di elezione episcopale

Del vescovo Francesco Marino



Ultimi Post Blog

Mai senza l'altro

Mai senza l'altro

Nella dinamica del "riconoscimento", l'Io e il Tu si scoprono legati in radice. Non c'è vera identità senza spazio per l'alterità.


Inizia il culto alla Beata Velotti, che visse anche a Saviano

Inizia il culto alla Beata Velotti, che visse anche a Saviano

La fondatrice della Congregazione delle Suore Francescane Adoratrici della Croce è stata beatificata da papa Francesco il 26 settembre 2020

Questo sito web utilizza i cookie
Questo sito o gli strumenti di terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
design komunica.it | cms korallo.it.